homepage

Conversione GUID (o GPT) in MBR

A dicembre mio fratello mi ha regalato una splendida ATI HD 4550, spinto dalla lettura di una pagina di Netkas ho deciso di passare dal 10.5 già installato sul mio calcolatore al 10.6. Il passaggio necessitava di cambiare il sistema di partizioni da MBR a GPT poiché il 10.6 necessita d tale sistema per avviarsi, dunque mi sono fatto prestare un disco esterno e vi ho copiato tutti i miei 30GB di foto, i miei 8GB di musica e i 4GB di film, assieme ai circa 10GB di download e ho avviato il CD retail di Snow da EmpireEFI, reimplementazione free di RebelEFI. Disgraziatamente non avevo letto abbastanza a fondo le guide fornite da Netkas e mi sono ritrovato con un sistema inutiluzzabile ai fini di un installazione windows senza problemi (di lato a Mac).

Così letto alcune guide Microsoft (http://support.microsoft.com/kb/282793) sull'argomento: il disco esterno si è rotto (un vecchio Deskstar IBM) e così non sapevo più come fare. Non potevo perdere tempo a installare Windows XP. Mi sono messo quindi ad analizzare il sistema con Parted Magic, geniale e velocissima distro Linux. Ho così elaborato la mia strategia di conversione. (peraltro avevo eliminato mac qunidi in GPT era rimasta la tabella delle partizioni con la part hfs+ mentre nell'mbr c'era una partizione ntfs, io furbamente ho sincronizzato gpt ed mbr con gptsync e quindi sono andato a scrivere una diversa intestazione per la partizione ntfs, il bisgno di passare all'mbr puro è nata da questo casino)

Passo 1: scaricate l'attuale versione di Parted Magic a questo indirizzo: http://partedmagic.com/

Passo 2: masterizzate ed avviate l'immagine disco versione GRUB4DOS in Default Mode, attendete una manciata di secondi perché il sistema venga caricato in RAM

Passo 3: avviate fdisk da terminale tramite il comando "fdisk /dev/*da" (sostituite *da con hda per dischi ide e con sda per dischi sata, pata e scsi)

Passo 4: premete o e confermate quando il programma vi chiede se volete davvero proseguire nell'eliminazione della tabella delle partizioni.

Passo 5:  premete il tasto w e confermate

Passo 6: aprite dal desktop gParted e nei menu cliccate su "create an empty partition table", questo elimerà ogni traccia di GPT

Passo 7: chiudete gparted e aprite dal menu del sistema -> tools -> testdisk questo è un potentissimo programma che vi permetterà di ritrovare una tabella delle partizioni cancellata o partizioni perdute nel disco

Passo 8: seguite i vari passi del programma e selezionate Intel (MBR) come sistema di partizioni da cercare, la ricerca mipiegherà da qualche secondo a qualche minuto in dipendenza dello stato del vostro disco (se avevate dello spazio non partizionato testdisk dovrà controllare settore per settore lo spazio vuoto alla ricerca di qualche partizione)

Passo 9: una volta eseguita l'operazione premete invio e selezionate write per scrivere i cambiamenti sul disco

Passo 10: complimenti, ora avete del tempo per occuparvi, assieme alla vostra ragazza, di necessità molto più impellenti...

Passo 11: se siete spietati utilizzatori di windows ricordate di avviare il CD di installazione del sistema e una volta arrivati alla richiesta di conferma per l'installazione date "console di ripristino", selezionate la vosta partizione windows (se ne avete una sola dovrebbe la console dovrebbe aprirla da sola) e digitate fixboot c: e fixmbr c:

Non si assumono responsabilità sulla permanenza dei vostri dati su disco. Dovete solo fidarvi di me, e se ci sono riuscito io ci riuscirete sicuramente anche voi! Bye!

Questo testo è dedicato ai mastrussatori di computer, ai maniaci distruttivi come me. Non vi ho ancora confessato che io cambio sistema ogni tre mesi almeno (sì, sono pazzo: ma che cos'è la normalità?)...

Assembler

Recentemente mi sono interessato di un argomento molto particolare, un elemento che solo qualche genietto con gli occhiali al naso (diciamo che non rientro proprio in questa categoria, anzi non è che vada benissimo a scuola) potrebbe perseguire.

E' assembler, la traduzione degli 1 e degli 0, dove per fare qualsiasi cosa ci si deve mettere a scrivere migliaia di righe di codice. La prospettiva allontanerebbe tutti e, devo dire, sulle prime impressionava anche me. Imparando a capire però che cos' è un linguaggio di alto livello ho capito che questo non era di mio interesse: troppo spazio al contenuto, poco o nulla all'aspetto tecnico.

Affascinato anche dalla curiosità di conoscere a fondo uno degli oggetti davanti al quale mi siedo più spesso (eh sì, generalmente lo uso per prendere paginate di appunti di italiano, inglese, filosofia e storia) ho così cercato una guida a questo affascinante mondo.

Sulle prime sembrava che l'onniscente web fosse privo di qualche risorsa ampia sull'argomento, ma poi mi è capitata davanti la pagina di un forum dove si consilgiava un indirizzo, descritto come molto serio.

Così ho iniziato a dare un'occhiata a questo affascinante mondo di creatività pura (permette di fare praticamente qualsiasi cosa). Da un lato mi sono trovato limitato dal fatto che la guida riguardasse solo la programmazione di un Intel 8060 e successori (sì, ho iniziato con un vecchio iMac PowerPc, quello che mi interessava era una infarinatura e quindi una guida che si rivolgesse a più ambiti: x86, ppc, arm, m68k...). Analizzando la struttura del sito ho però notato come esso funga semplicemente da base per studi successivi, forse sto cominciando ad assumere ina maggiore curiosità per l'informatica, o forse sto solo tentando di informarmi su quello che è generalmente considerato l'incubo dei programmatori.

Vedremo i risultati, ma non penso che possano essere particolarmente luminosi.

Ah, dimenticavo un punto fondamentale: il sito è giobe2000.it, costantemente aggiornato!

Primo post

Questa è ennesima volta che apro un blog. Il punto non è tanto la mancanza di contenuti ma pituttosto la limitatezza del tempo a disposizione che tra scuola, chitarra e fotografia non è mai abbastanza.

Come dire: ho spesso desiderato giornate di 48 ore... Disgraziatamente non le posso avere, dio ancora non mi ha risposto, sono al telefono con san Pietro da quasi 3 anni, almeno potevano cambiare musica, basta con questi angelici coretti di alleluia alleluia!

Il sito come avrete notato è al momento completamente vuoto, tuttavia il contenuto andrà riempiendosi di contenuti molto vari, da discorsi politici e d'attualità a trattazioni di argomento tecnologico a consigli e discussioni sul tema della musica e della fotografia con qualche spunto personale e, perché no, sia serio che divertente (o almeno l'obbiettivo sarebbe quello ).

Va bene, va bene, me ne torno a costruire un adattatore M42 EF-S col cartone e col legno, non penso avrò occasione di rompere le scatole fino alla prossima settimana. Au revoir (Nuovo aggiornamento di stato di Giovanni: fingo di sapere il francese e faccio l'indifferente...).

p.s.: come i più acuti di voi avranno già afferrato da un pezzo questo blog dovrà essere aggiornato di settimana in settimana e non, come dicono alcuni, di giorno in giorno...